domenica 8 gennaio 2012

93. Clorofilla ed Emoglobina

L’Universo e’ per il 99% composto da idrogeno e da elio. Nella crosta terrestre l’elio e’ praticamente assente, mentre la frazione di atomi di idrogeno non va oltre lo 0,22% del totale. Il 98% del numero di atomi presenti nella crosta terrestre appartiene ad otto elementi: ossigeno (47%), silicio (28%), alluminio (7,9%), ferro (4,5%), calcio (3,5%), potassio (2,5%) e magnesio (2,2%).
La composizione dell’acqua di mare e’ invece: idrogeno (66%), ossigeno (33%), cloro (0,33%), sodio (0,28%), magnesio (0,033%) e zolfo (0,017%), cioè per la maggior parte acqua salata ( H2O con ~ 1% di NaCl ).

.
Questi dati, insieme a quelli della composizione del corpo umano, erano riportati in un articolo di “Le Scienze” numero 50 dell’ottobre 1972 “Gli elementi chimici della vita”.
A causa degli arrotondamenti i totali non sono esattamente 100. Gli elementi nei riquadri colorati dell’ultima colonna compaiono in una o più colonne poste a sinistra. E’ possibile osservare che il fosforo, il sesto elemento più abbondante nel corpo umano, e’ un elemento raro nella natura inanimata; anche il carbonio risulta altrove abbastanza scarso.
Otto metalli, presenti in tracce, sono stati identificati come costituenti in una grande varietà di enzimi che intervengono in numerosi processi metabolici: ferro, zinco, rame, cobalto, manganese, molibdeno, calcio e magnesio. In particolare il ferro, oltre alla funzione svolta nell’emoglobina, e’ un componente attivo del succino-deidrogenasi, uno degli enzimi responsabili dell’utilizzazione dell’energia contenuta negli zuccheri e negli amidi.

Clorofilla (molecola vegetale che trasforma l’energia luminosa in energia chimica) ed emoglobina (proteina contenuta nei nostri globuli rossi) hanno una struttura chimica simile: l’unica differenza sostanziale è che la clorofilla contiene magnesio (Mg) che fornisce alle piante il tipico colore verde, mentre l’emoglobina contiene ferro (Fe) che colora di rosso il sangue.

  Emoglobina                                          Clorofilla


1 commento:

  1. La regolazione elettromagnetica dei processi cellulari avviene anche tramite l' azione della emoglobina .Nel trasporto dell' ossigeno esso viene eccitato mediante apporto di energia chimica o mediante irradiazione luminosa diretta, che puo modificare la direzione del proprio spin a piu alta energia (Ossigeno di Singoletto) . L'ossigeno singoletto si può generare per fotosensibilizazione e ha proprietà molto diverse dallo stato fondamentale dell'ossigeno. Infatti l'ossigeno singoletto è una specie molto reattiva, coinvolta nei processi degradazione esposti alla luce solare. L'ossigeno di singoletto che viene poi ricondotto alla situazione di Ossigeno di Tripletto (a piu bassa energia) dalla interazione di una seconda molecola , emettendo luce in forma di biofotone. vedi: http://www.tecnoalimenti.altervista.org/ossigeno-singoletto-e-tripletto/ ;
    La trasformazione bimolecolare dell’ossigeno da singoletto a tripletto produce dunque un biofotone di.lunghezza d’onda intorno ai 634,7 nm, corrispondente allo scarto energetico tra i complessi biomolecolari singoletti e quelli tripletti dell’ossigeno. In particolare l’apporto di ossigeno e il perossido d’idrogeno, incrementano notevolmente l’emissione biofotonica indotta nella struttura della emoglobina. I biofotoni costituiscono all’interno delle cellule e nell’intero aggregato cellulare, un campo elettromagnetico di elevata coerenza che conduce ad attuare la regolazione elettromagnetica dei processi cellulari . Paolo Manzelli​ egocreanet2016@gmail.com

    RispondiElimina